Il Maestro Francesco Lotoro e la Fondazione Istituto Letteratura Musicale Concentrazionaria di Camilla Aga (2)

Ho contattato la Fondazione Istituto Letteratura Musicale Concentrazionaria per avere informazioni riguardo l'attività di ricerca del Maestro Francesco Lotoro ed ho ricevuto tante interessanti schede dalle quali ho preso informazioni per il mio articolo.

Chi è Francesco Lotoro

Nato nel 1964 a Barletta, Francesco Lotoro è pianista, compositore,direttore d'orchestra e docente di pianoforte presso il Conservatorio di Musica “U. Giordano” di Foggia.
Da 30 anni e' impegnato nell'attività di ricerca,recupero, studio, revisione, archiviazione, esecuzione, registrazione discografica e promozione di migliaia di opere di musica concentrazionaria.
Il lavoro sinora svolto da Lotoro nel campo della musica concentrazionaria ha suscitato grandissimo interesse e riconoscimento in ambito internazionale

Cos'e' la Musica Concentrazionaria 

E' la musica scritta nei campi di prigionia e di sterminio e sopravvissuta ai terribili anni della Seconda Guerra Mondiale; è la "parola"  di quanti hanno visto violati i propri diritti più elementari ed hanno vissuto esperienze drammatiche spesso conclusesi con la loro morte. Questa musica, giunta fino a noi attraverso gli stessi musicisti sopravvissuti o i loro discendenti, rappresenta non solo la voce del loro dolore e della loro sofferenza ma anche quella della loro speranza, l'ancora a cui si sono aggrappati per resistere alla realtà disumana dei Campi. Infatti essa esprime una vasta gamma di sentimenti, che vanno dalla tristezza, alla malinconia, alla nostalgia, alla evocazione di ricordi gioiosi o di altrettanto gioiose speranze in un futuro di libertà sperato e in molti casi mai arrivato. Dimenticata in archivi pubblici e privati, essa è stata riportata alla luce da Francesco Lotoro che in oltre 30 anni ha raccolto più di 8 mila partiture musicali, 12500 documenti cartacei e audiovisivi, 3000 volumi di saggistica sul tema della musica concentrazionaria. Essa rappresenta una pagina del grande libro della Storia della Musica che, strappata dalla crudeltà della Guerra e degli uomini, è stata ritrovata e potrà finalmente essere ''letta'' da tutti. Lotoro esegue infatti periodicamente in concerto molte di queste opere, alcune delle quali sono oggi disponibili anche in versione discografica. Questo grande archivio di opere musicali troverà la sua sede definitiva nella Cittadella della Musica Concentrazionaria, un complesso di oltre 9 mila metri quadri che presto sorgerà a Barletta sull'area di una ex Distilleria e comprenderà un campus, una biblioteca, un museo, un teatro all'aperto, una libreria sulla musica del '900 e un piccolo albergo per studenti e ricercatori.

“Autentico Patrimonio dell’Umanità, la musica concentrazionaria è una delle più importanti
eredità della Storia universale ricevute dalla fenomenologia deportatoria; un segno tangibile del
fatto che laddove manca libertà ma ci sono carta e strumenti musicali, carta e strumenti
diventano libertà. Purtroppo non abbiamo potuto salvare la vita di uomini e donne ma abbiamo
salvato la loro musica e ciò equivale ad avergli comunque salvato la vita nel suo significato
metastorico e metafisico. Non ci resta che restituire all’Umanità questo Patrimonio codificato su
supporti materiali di ogni tipo, come quaderni, carta igienica, telegrammi, cartoline, sacchi di
juta, o tramandato a memoria, affinché riacquisti il posto che gli spetta nella Storia della
Musica”. (Francesco Lotoro)

 Francesco Lotoro è attualmente impegnato nel Progetto 100 VIAGGI, ideato da Donatella Altieri, volto alla ricerca degli ultimi compositori sopravvissuti e delle loro opere. E' possibile sostenere le attività di ricerca di Francesco Lotoro e quelle della Fondazione ILMC  seguendo le indicazioni contenute sul sito web nella sezione SOSTIENICI / SUPPORT US

Le attività della Fondazione possono essere seguite sul sito www.fondazioneilmc.it e sulle Pagine Facebook:

https://www.facebook.com/fondazioneilmc
https://www.facebook.com/cittadellamusicaconcentrazionaria/

Vi invito a visionare il video con il trailer del docufilm ''Maestro'' 

IL DOCUFILM “MAESTRO”

Il docufilm "Maestro" diretto dal regista franco–argentino Alexandre Valenti,è proiettato dal 2016 sugli schermi televisivi e cinematografici di tutto il mondo.Il film, da fine 2019 disponibile anche in DVD,e' incentrato sull'attività di ricerca di Francesco Lotoro della musica scritta nei campi di concentramento di tutto il mondo durante gli anni della Seconda Guerra Mondiale. In Italia, oltre ad essere proiettato nelle sale cinematografiche,è stato trasmesso dalla  RAI nel corso della trasmissione La Grande Storia, presentata da Paolo Mieli.

 

 

Share this post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn